NOTICIAS FCA.

Pinin

Bastión Alfista

Marchionne era de frenar proyectos, pisar sobre seguro y sacar lo que él creía mejor en base a la teoría.

Manley quizas es más de escuchar el mercado, a los Alfistas y dar el golpe final sin miramientos.

Lo directos que parece que van a ser con este coche, e inspirarse tanto de manera oficial en el Brera, quiere decir que algo - y no poco- escuchan las opiniones de la calle que pide mas carácter en el diseño y más productos accesibles. Sin olvidar por supuesto que haya una presion italiana detras de empelados fabricas y demas...
 

elizalde

Gran Alfista

Para el futuro inmediato de FiatCA me parece que lo más importante es la presentación de las versiones PHEV de Renegade y Compass, por lo que nos adelanta del futuro del Grupo y porque estarán en el mercado al final de este año, el Renegade, y en la primavera del próximo, el Compass. O eso me ha parecido escuchar.

También me ha parecido escuchar que la potencia combinada del Renegade superaba los 200 cv.

Saludos.
 

Doctor Hackenbush

"No te tomes tan en serio. Nadie más lo hace"

Yo tengo un Brera y me encanta pero siempre lo he visto como un cupé más futurista que continuador de las líneas clásicas de los cupés Alfa Romeo de los últimos tiempos como el GTV y el GT.
Igual es ahora el momento de explorar las posibilidades de un modelo (Brera) que en su día tuvo poca aceptación.
Tuvo poca aceptación porque no era ni chicha ni limonada. Era precioso, pero esos dos asientos traseros eran muy poco útiles. Tenía un aspecto muy deportivo, pero luego el desempeño -sin ser malo- no estaba a la altura de las expectativas. Y lke tocó una época en la que ya no se movía el dinero con carretillas.

Recuerdo haber participado en el "proceso de selección" de una compra con los dos a la vista... y ganó el GT, muchísimo más racional y eficaz. Y no menos bonito.
 

jommy4

Alfista Junior

Tuvo poca aceptación porque no era ni chicha ni limonada. Era precioso, pero esos dos asientos traseros eran muy poco útiles. Tenía un aspecto muy deportivo, pero luego el desempeño -sin ser malo- no estaba a la altura de las expectativas. Y lke tocó una época en la que ya no se movía el dinero con carretillas.

Recuerdo haber participado en el "proceso de selección" de una compra con los dos a la vista... y ganó el GT, muchísimo más racional y eficaz. Y no menos bonito.
Yo soy poseedor de un brera, y tengo que darte la razón, es un coche que si lo que buscas es alguna razón mas alla de ti mismo para comprarlo pocas vas a poder defender ante otros,
Dicho esto, es una obra maestra andante, un coche que miras cada día que te bajas de el, que tiene un diseño y un buen hacer que yo hasta la fecha no he encontrado en otros... un coche que te compras por gusto, y que parte cuellos por donde va.
Representa fielmente esa idea de ... para tener un alfa hay que tener personalidad, lo demas... pues si también.
 

RadiK-Alfa

PIENSO, LUEGO ALFISTA!

Nuova concept car Alfa Romeo Tonale: quando l’elettrificazione incontra la bellezza e il dinamismo



  • Esordisce al Salone Internazionale dell'Automobile di Ginevra la concept car del primo SUV compatto ibrido plug-in di Alfa Romeo.
  • La concept car Tonale si inserisce nel segmento più in crescita con il linguaggio della bellezza tipico del Biscione: è un compact UV a vocazione urbana dalla personalità sportiva.
  • I tratti distintivi dello stile italiano vengono proiettati nel futuro in una sintesi tra il prezioso heritage del marchio e un'anticipazione di nuovi canoni.
  • Come da manifesto Alfa Romeo, ogni dettaglio è concepito in funzione del guidatore.
  • Il piacere di guida risiede nell'ergonomia, nei pregiati materiali e soprattutto nell'impareggiabile dinamismo.
  • La concept car Tonale rappresenta l'elettrificazione secondo Alfa Romeo: l'incontro tra le tecnologie più evolute e la proverbiale dinamica di guida diventa opportunità e rappresentazione tangibile di nuove sfide.
  • Sotto i riflettori anche Giulia e Stelvio Quadrifoglio serie speciale "Alfa Romeo Racing", equipaggiate con l'esclusivo Aero Kit in Carbonio sviluppato in collaborazione con Sauber Engineering.




Alfa Romeo irrompe nel mondo elettrificato al Salone Internazionale di Ginevra 2019, rivelando il nuovo concept del SUV compatto Alfa Romeo Tonale. Tonale è il primo modello ibrido plug-in e utility vehicle compatto del Biscione, che attraverso il linguaggio Alfa Romeo vuole riscrivere le regole del segmento attualmente in maggiore crescita; grazie all'unicità dello stile italiano e a un impareggiabile piacere di guida.





Una vettura ispirata alla bellezza e al manifesto di design Alfa Romeo


Il design di Tonale è proiettato al futuro: le sue dimensioni compatte racchiudono l'unicità del design italiano e lo stile originale e moderno tipicamente Alfa Romeo, in una sintesi tra un heritage prezioso e l'anticipazione di nuovi canoni. Alfa Romeo racchiude l'essenza dell'arte e della scultura italiane, attraverso l'esperienza senza tempo della manualità artigianale. Tonale si ispira alla bellezza e alle nuance delle forme umane, così come al movimento della luce, che richiama linee e volumi puri. Nel suo design ricorrono stilemi entrati nella storia di Alfa Romeo e ne diventano manifestazione tangibile, grazie a un'esecuzione che suscita un approccio moderno alla nuova anatomia Alfa Romeo. Un elemento che richiama la tradizione del DNA di Alfa Romeo è la ruota "teledial": il design del cerchio da 21" di Tonale richiama questo concetto del "disco telefonico" attraverso una struttura architettonica leggera, che presenta una realizzazione pulita e di grande impatto del tema circolare. Questa scelta di stile risale agli anni 60, quando divenne il vanto dell'iconica 33 Stradale. Il design distintivo del cerchio di Tonale viene inoltre esaltato dall'assoluta armonia con l'esclusiva configurazione di pneumatici Pirelli. Sulla fiancata si avvicendano volumi pieni ed eleganti propri di vetture apparentemente lontane per generazione e tipologia, che richiamano le qualità cariche di fascino delle forme pure della Duetto o della Disco Volante Spider, mentre la "Linea GT" di Tonale reinterpreta la sensazione di tensione e sicurezza della pluripremiata GT junior. L'anteriore ripropone l'inconfondibile "Trilobo" e il suo distintivo "Scudetto" Alfa Romeo che funge da punto di forza centrale, indirizzando la velocità e la fluidità che pervadono Tonale. Ad accompagnare questo iconico elemento e a completare la monografia sul frontale troviamo la fanaleria anteriore "3 più 3" che evoca lo sguardo fiero tipico di SZ e Brera. Il posteriore di Tonale viene impreziosito e ingentilito da un lunotto avvolgente e completato nella parte superiore dall'ala sospesa che ne esalta la continuità con il tetto trasparente. Come per ogni Alfa Romeo, il design è caratterizzato da un tocco distintivo: i fanali posteriori ricordano un segno grafico piuttosto che un elemento ottico di illuminazione, una sorta di firma luminosa nata direttamente dalla mano dell'artista.





Il design degli interni di Tonale, che trae ispirazione della storia racing di Alfa Romeo, ne rievoca la passione offrendo una guidabilità vivace grazie alle sue forme dinamiche e potenti. Gli interni di Tonale sono fortemente concepiti in funzione del guidatore ma anche per ospitare comodamente i suoi passeggeri. Le linee disegnate sono equilibrio di armonia e tensione e si ha la sensazione che l'intero veicolo sia sempre pronto a scattare. Gli interni di Tonale suscitano forti emozioni amplificate dal contrasto tra i preziosi materiali: come la fredda solidità dell'alluminio combinata al calore e alla morbidezza della pelle e dell'Alcantara. All'interno si trovano pannelli traslucidi e il tunnel centrale retroilluminati; sul tunnel trova perfettamente la sua sede uno degli elementi essenziali di Alfa Romeo, il DNA, il selettore di modalità di guida. Gli interni di Tonale offrono un'esperienza inclusiva con dettagli solitamente riservati ad allestimenti esclusivi; l'abitacolo è immersivo, accogliente e dotato delle caratteristiche di dinamicità apprezzate da coloro che amano guidare.





La concept car Tonale è dotata di tecnologia avanzata per assicurare un'esperienza connessa, comoda e dinamica, mantenendo al contempo il piacere di una guida sportiva sempre ai vertici.
Grazie a uno schermo da 12,3" totalmente digitale e all'unità principale touchscreen da 10,25", sarà possibile avere sott'occhio l'infotainment senza distogliere l'attenzione dalla strada. Il nuovo sistema di infotainment presenta un'interfaccia multitasking fluida che consente al guidatore di avere a portata di mano tutte le funzionalità. Tonale permette al guidatore di essere completamente connesso all'Alfa Romeo Lifestyle e alle community social, implementate e presentate attraverso le nuove funzionalità di infotainment "Alfista" e "Paddock".


  • "Alfista" è un'esperienza coinvolgente di Alfa Romeo Lifestyle che offre un'interfaccia totalmente connessa con alcuni club Alfa Romeo ed eventi della community come raduni, guide e incontri. Quest'app di bordo dà accesso al guidatore a news live e aggiornamenti sugli eventi targati Alfa Romeo. Il cliente può confermare la propria presenza ad eventi e raduni, ordinare biglietti per gli eventi del team "Alfa Romeo Racing", provare a vincere accessi VIP a eventi speciali sponsorizzati da Alfa Romeo e molto altro ancora.
  • "Paddock" è il garage e market di bordo di Alfa Romeo Tonale per la visualizzazione in tempo reale e l'acquisto di aggiornamenti e dotazioni innovative per interni ed esterni. L'app consente inoltre al cliente di scorrere le ultime offerte del merchandising e dell'abbigliamento Alfa Romeo, ordinabili direttamente con un semplice tocco dello schermo.




Alfa Romeo Tonale è il nostro sguardo nel futuro del segmento CUV, in grado di creare un'espressione olistica e creativa tramite la fusione di bellezza e tecnologia. In poche parole, è l'opera d'arte, il capolavoro assoluto del design Alfa Romeo...
...non a caso le prime lettere di Alfa Romeo Tonale formano la parola "ART".





Autenticamente Alfa Romeo


Tonale segna l'esordio del brand nel segmento degli utility vehicle di dimensioni compatte, e lo fa in coerenza con le caratteristiche che da sempre identificano ogni Alfa Romeo. Ha l'obiettivo di raggiungere la migliore dinamica di guida del segmento e applica l'elettrificazione in puro stile Alfa. Una naturale evoluzione nel percorso del brand verso una sinergia propulsiva capace di esaltare prestazioni e dinamica di guida. Alfa Romeo, con il concept Tonale, non si è semplicemente adattata ai nuovi standard, ma ha reinterpretato il proprio DNA nel senso dell'energia, dell'armonia con l'ambiente, dell'efficienza e dell'intuitività nella gestione della modalità di guida. L'elettrificazione del Biscione è al servizio della bellezza e della sportività ed enfatizza la proverbiale "Meccanica delle emozioni". Per questo non ha bisogno di manifestarsi attraverso firme o livree dedicate, ma soltanto con piccoli dettagli come il logo di Alfa, o "Biscione" in ottica ibrida, un piccolo ma importante dettaglio che impreziosisce Tonale. Il motore elettrico posteriore apre a nuove soluzioni tecnologiche votate alla dinamica di guida e volto a massimizzare la motricità e il piacere della guida sportiva L'evoluzione è evidente anche nelle modalità di guida gestite da Alfa D.N.A. Dagli esordi su Giulietta, Mito e 4C e attraverso lo sviluppo con Giulia e Stelvio si è giunti a Tonale, con specifiche funzioni relative all'alimentazione elettrica.
Con Tonale, la modalità "Dynamic" evolve in "Dual Power" e garantisce il massimo output dai due motori. Sullo schermo touch dell'infotaiment è previsto un pulsante "E-mozione" che offre una taratura specifica dell'acceleratore, una frenata più netta e una risposta del volante più diretta. La modalità "Natural" continua a mantenere la migliore ottimizzazione delle performance e la gestione del compromesso di utilizzo tra motore elettrico e motore termico è automatica. In questo modo, nell'utilizzo quotidiano, il risparmio energetico e i consumi non vanno a discapito delle prestazioni. La modalità "Advance Efficiency" diventa "Advance E" per le prestazioni in full electric. Dunque, in continuità con la filosofia del brand, la propulsione ibrida plug-in esalta la bellezza, la sportività e la dinamica di guida proprie di ogni modello Alfa Romeo, portandole ad un nuovo livello. In Tonale l'elettrificazione abbraccia la performance e rappresenta una nuova via che assicura stile, prestazioni elevate e grande divertimento.





Alfa Romeo Tonale


Tonale sintetizza le potenzialità dell'avventura a bordo uno sport utility compatto e dinamico capace di garantire l'adrenalina della guida sportiva che appartiene alla leggenda del marchio, mentre sfila con disinvoltura nei salotti urbani. Il sibilo affilato del motore elettrico accompagna il rombo genuinamente Alfa Romeo, per una sinergia efficiente ed emozionante, al servizio del piacere di guida. La transizione energetica che prevede il passaggio all'elettrico rafforza le pagine leggendarie scritte da Alfa Romeo nei suoi 109 anni di storia, proiettando il marchio nel futuro. Questo è anche il senso del nome scelto per la nuova concept car: il passo del Tonale, posto accanto a quello dello Stelvio e a esso collegato, è geograficamente un grande anfiteatro naturale in cui va in scena, tra la maestosità di picchi imponenti, lo spettacolo naturale di cascate spumeggianti e della neve tutto l'anno in un paesaggio naturale incontaminato. Dunque, in continuità con il passo dello Stelvio, nel vicino passo del Tonale convivono emozioni e armonia. Tonale è un passaggio nel segno della continuità e della vicinanza geografica, un'evoluzione attraverso una strada emozionante e tracciata dal tempo in un evocativo fil rouge.





Le serie speciali Quadrifoglio Alfa Romeo Racing


Inoltre, in occasione del Salone Internazionale di Ginevra, Alfa Romeo mostra al pubblico le serie speciali a tiratura limitata Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing" equipaggiate con l'esclusivo Aero Kit in Carbonio sviluppato in collaborazione con Sauber Engineering.
Le serie speciali celebrano la leggenda Alfa Romeo nelle competizioni e il ritorno di un pilota italiano in Formula 1, Antonio Giovinazzi nel team "Alfa Romeo Racing" insieme al Campione del Mondo Kimi Räikkönen, e questo contenuto esclusivo conferma il legame sempre più profondo con il mondo della Formula 1. Non si tratta infatti di un semplice kit estetico ma di un equipaggiamento tecnico che migliora le performance aerodinamiche delle vetture, aumentando la deportanza ed estremizzando le già eccellenti qualità dinamiche delle versioni Quadrifoglio.





Il kit tecnico si aggiunge agli interventi di alleggerimento e aumento potenza eseguiti su queste edizioni limitate, dimostrando l'attenzione e la ricerca di Alfa Romeo volta al miglioramento continuo delle prestazioni. Altri elementi che caratterizzano le vetture sono infatti l'alleggerimento del peso e l'aumento della potenza. Il primo obiettivo è stato raggiunto grazie all'impiego estensivo di carbonio per i dettagli esterni, all'equipaggiamento con sedili sportivi Sparco in pelle e Alcantara con guscio in carbonio, all'impianto frenante maggiorato con dischi freno carboceramici, al sistema di scarico Akrapović specifico in titanio: accorgimenti che hanno garantito una riduzione di circa 28 chilogrammi rispetto alle versioni Quadrifoglio standard. A questa "cura dimagrante" s'abbinano affinamenti tecnici eseguiti dagli ingegneri Alfa Romeo: un tuning specifico che ha fruttato un aumento di coppia e potenza, che raggiunge i 520 CV.
La già esaltante esperienza di guida di Alfa Romeo Quadrifoglio dunque s'arricchisce di performance. Un privilegio riservato a venti fortunati automobilisti: nel corso dell'anno saranno disponibili dieci Giulia e dieci Stelvio, a rappresentare le dieci vittorie di Alfa Romeo in Formula 1, contraddistinte ognuna da un badge dedicato che riporta il nome di uno dei gran premi vinti da Alfa Romeo, con l'anno del successo. E chi acquisterà una Giulia o uno Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing" potrà vivere una customer experience completa e dedicata: a partire dal Salone di Ginevra sarà possibile manifestare il proprio interesse all'acquisto tramite i canali ufficiali Alfa Romeo.
 

Potenkin

Alfista Veterano

SEguimos los pasos de la Evolución del Alfista:

Ayer: Que mierda
Hoy: Se ve mejor
Futuro: Una obra de arte

Aquí fase 3 total:


maxresdefault.md.jpg

Y eso que la calidad de la foto es mala. Se ven las lineas del morro, la de cintura etc... Y las luces diurnas que en el Giulia son perfectas, en el Stelvio no me gustan nada, en este volvemos a la perfección. Esperemos que no toquen mucho.

Y siguiendo con la fase 3 Futuro/Sueño
Versión QV 360cv 2.0TurboMA2 Hybrid Q4 0-100 4.5s 260km/h jajajaja
 

Brera64

Oráculo Alfista

Tuvo poca aceptación porque no era ni chicha ni limonada.
Aunque me encanta el coche, muchas veces he pensado como tú;)
A ver si me animo y esta semana abro un hilo en el subforo del Brera hablando justo de éso.

De todos modos, en la poca aceptación del Brera, influyeron muchas cosas, y la principal creo que fue que llegó en el momento en que los cupés dejaban de gustar. Y más cosas, desde luego, como el precio, o como el diseño, que no era un cupé "puro", pues también.

Pero a toro pasado, está claro que viéndolo ahora, la carrocería del Brera es una buena base para diseñar un bonito SUV. Sólo tienes que elevarlo unos cuantos centímetros del suelo y actualizar algunos detalles como faros y pilotos.
Cuando se diseñó el Brera no existía el fenómeno SUV ni se pensaba que algún día existiera.
 

RadiK-Alfa

PIENSO, LUEGO ALFISTA!

Rango extensible poniendo más baterías. De 100 a 500 km

Fiat Concept Centoventi: la risposta “democratica” alla mobilità elettrica

  • In occasione del suo 120esimo anniversario, Fiat presenta a Ginevra la Fiat Concept Centoventi, nuova pietra miliare nella storia di Fiat.
  • Da sempre pioniere della mobilità democratica, oggi Fiat propone una soluzione per rendere la mobilità elettrica accessibile a tutti.
  • "Democratizzare" ciò che fa tendenza è parte del DNA del brand: "The ABC of cars. Affordable But Cool".
  • Con Fiat Concept Centoventi, sarà il cliente a configurare gli interni, scegliere gli accessori e adattare gli spazi in base alle proprie necessità, creando quindi una vettura unica, sempre.
  • La personalizzazione si spinge oltre: il pack modulare di batterie della Fiat Concept Centoventi permette di estendere il range da 100 a 500 km semplicemente acquistando o noleggiando unità di batterie aggiuntive.
  • Fiat Concept Centoventi è una "tela bianca" prodotta in una sola livrea che, attraverso il programma "4U", può essere "dipinta" dal cliente scegliendo tra 4 tettucci, 4 paraurti, 4 copriruota e 4 pellicole esterne.
  • Mopar è il brand FCA dedicato ai prodotti e ai servizi aftersales, e partner del marchio Fiat nello sviluppo della Fiat Concept Centoventi. Mopar svilupperà, produrrà e si occuperò della logistica degli accessori per Fiat Concept Centoventi.
  • Fiat Concept Centoventi richiama gli stilemi del marchio famosi nel mondo, che sono diventati elementi distintivi del design e della creatività italiana.



Al Salone Internazionale di Ginevra 2019 fa il suo esordio Fiat Concept Centoventi, il concept che esprime perfettamente la vision del marchio italiano su come sarà la mobilità elettrica di massa nel prossimo futuro, una previsione autorevole e democratica, nata da 120 anni di storia ed esperienza sul campo - da cui il nome del prototipo - che saprà, come da tradizione, staccarsi dal coro per andare oltre. Così è stato negli anni Cinquanta, ad esempio, quando Fiat 500 ha rappresentato una rivoluzione industriale e culturale, capace di superare le tradizionali categorie di estetica, design e ingegneria, per diventare un capolavoro unico nella storia dell'industria automobilistica e primo vero esempio di mobilità accessibile alle masse.



Ma è possibile immaginare qualcosa di altrettanto rivoluzionario nel futuro delle nostre metropoli moderne? La risposta è proprio Fiat Concept Centoventi, la soluzione di mobilità elettrica più accessibile sul mercato e tra le poche capaci di assicurare anche un significativo "pieno" di autonomia per affrontare viaggi lunghi fuori città. Per idearla e svilupparla, il marchio ha rivolto il proprio sguardo verso il suo lato più pop, accessibile e ingegnoso, quello che le ha permesso di creare vetture caratterizzate dalla grande modularità degli interni e dalla spiccata personalità stilistica. Non a caso, Fiat Concept Centoventi proietta il marchio nel futuro con la sua innata capacità di "democratizzare" ciò che è bello e fa tendenza: "The ABC of cars. Affordable But Cool".



Fiat Concept Centoventi in breve

Fiat Concept Centoventi è fondamentalmente una "tela bianca" pronta per essere dipinta secondo i gusti e le esigenze del cliente in un qualsiasi periodo della sua vita o della giornata, senza alcun vincolo di personalizzazione legato allo specifico momento dell'acquisto. Sarà infatti prodotta in una sola livrea che, attraverso il programma "4U", potrà essere personalizzata scegliendo tra 4 tettucci, 4 paraurti, 4 copriruota e 4 pellicole esterne. Insomma, alla stregua dei moderni device, il veicolo è aggiornabile con la massima libertà e fantasia nei colori, nella configurazione degli interni, nella configurazione del tetto, nel sistema di infotainment e perfino nel range di autonomia garantito dalle batterie. È proprio questo uno dei punti di forza del concept: non dover più attendere nuove serie speciali o facelift, ma sapere che ogni giorno è quello giusto per "cambiare" la propria vettura. Il tutto reso ancora più rivoluzionario dalla presenza al lancio di 120 accessori aggiuntivi che daranno vita ad un vero e proprio nuovo modello di business, oltre ad una community di fan della Fiat Concept Centoventi.
Dunque, Fiat Concept Centoventi è il risultato di una vera e propria sfida progettuale e di business , che incarna lo spirito funzionale del marchio, e, al tempo stesso, rende tributo ai 120 anni di storia del marchio, attraverso una rilettura, in chiave moderna, dei suoi stilemi con alcuni riferimenti alla Panda degli anni 80. Fiat Concept Centoventi trova ispirazione nel Design italiano, e incarna il concetto "less is more" di Fiat che significa eliminare tutto ciò che di ridondante e complesso c'è in un'auto, per lasciare più spazio alla persona (More You), alla cura dell'ambiente e della comunità (More Care) e al DNA del marchio in termini di valori e stilemi (More Fiat). Con queste tre carte, Fiat Concept Centoventi rivoluziona l'idea di mobilità elettrica, dentro e fuori città, sapendo superare le sfide sempre più impegnative - in termini di traffico, regolamentazioni e costi di proprietà - e riuscendo a cogliere, al contempo, le nuove opportunità dell'alimentazione elettrica.



Fiat Concept Centoventi

Un innovativo modello di business

Fiat Concept Centoventi può essere quindi costruita a proprio piacimento, inaugurando un nuovo modello di business che vede coinvolti Mopar - la divisione del gruppo FCA che si occupa di accessori, ricambi e servizi e che consente l'innovativa personalizzazione del prodotto -, la rete di vendita e i clienti sempre più digitali. Infatti, ad eccezione di sei elementi (paraurti, tetto in policarbonato, livrea, strumento di guida Lingotto, batterie e portellone posteriore digitale) che dovranno essere installati esclusivamente presso il dealer, gli altri 114 accessori studiati ad hoc da Mopar - tra i quali il sistema audio, i vani portaoggetti su plancia e portiere e i cuscini dei sedili - potranno essere acquistati anche on line e installati direttamente dal cliente a casa propria. Inoltre, alcuni accessori di semplice fattura, come ad esempio un porta-tazze o un porta-carte, potranno addirittura essere stampati mediante una stampate 3D, comodamente a casa propria, presso il concessionario di fiducia o presso una stamperia specializzata. Un nuovo modello di business, quindi, per gli accessori in ambito automotive che potranno essere rivenduti o scambiati sul web, alimentando una vera e propria community di appassionati del marchio o cultori del design Fiat "made in Italy", al pari di quanto accade con gli oggetti da collezione. Un nuovo modello di business, quindi, incentrato sull'e-Commerce, il mercato virtuale che non conosce confini.



Abitacolo modulabile e votato al "plug and play"

Modulabile, ampio e luminoso sono le parole che meglio descrivono l'abitacolo di Fiat Concept Centoventi che è totalmente rigonfigurabile e può ospitare fino a quattro persone. Basta salire a bordo per rendersi conto che è stato progettato intorno all'uomo e al suo modo di rapportarsi con il mondo di oggi.
In sintonia con la filosofia della vettura, ci sono varie zone degli interni adibite al "plug and play". La plancia presenta dei piccoli fori su cui si possono ancorare una moltitudine di componenti aggiuntivi, qualunque sia la loro forma e utilizzo, grazie al sistema ad incastro brevettato, un po' come accade con i famosi mattoncini Lego.
Stesso approccio sui pannelli porta che sono totalmente personalizzabili e ispirati alla porta del frigorifero: infatti, caratterizzati da superfici piatte e design minimale, consentono di "ancorare", all'occorrenza, tasche porta oggetti, portabottiglie e casse audio.
Innovativi sono anche i sedili che presentano una struttura nuda per gli schienali, realizzati con materiali eco-sostenibili, mentre cuscini e poggiatesta sono facilmente sostituibili sia in termini di colore, che di materiale. Lo stesso sedile del passeggero anteriore, all'occorrenza, potrà essere sostituito con un portaoggetti o con un seggiolino per bambini. Le sedute posteriori invece presentano una panca retraibile, mentre lo schienale è in grado di ruotare per diventare un "baule" con una capacità di carico fuori dal comune.



Materiali innovativi per sedili e appoggiatesta

Attraverso i materiali, Fiat Concept Centoventi esplora nuovi orizzonti progettuali, cogliendo ispirazione da oggetti di uso quotidiano e di tendenza, e sfruttando soluzioni tecnologiche innovative e processi realizzativi unici. Un riferimento tra tanti sono le sneaker, icone di moda e prodotti altamente prestazionali, che hanno ispirato i sedili della Fiat Concept Centoventi, un capolavoro della creatività italiana e in particolare di Fiat che si è avvalsa dei migliori partner industriali. Per la seduta, ad esempio, è stato impiegato un innovativo materiale plastico realizzato con un esclusivo e brevettato processo produttivo che si caratterizza per una nuova formulazione plastica basata su resine poliolefiniche. Il risultato finale è un materiale tre volte più leggero rispetto agli altri materiali plastici modellabili, come le schiume, oltre ad essere direttamente colorato in massa, privo di rivestimento esterno e dall'aspetto gradevole e morbido al tatto. L'innovativo materiale plastico è inoltre antimicrobico, resistente ai raggi UV e completamente lavabile. Senza contare che è colorabile in una varietà infinita di tinte, incluse quelle con effetti metallizzati, perlati, pigmenti intensi e saturi.
Altrettanto innovativa è la tecnologia "3D knit" di schienali e poggiatesta realizzata con filati 100% riciclati. Si tratta di una tecnologia già impiegata con successo in ambito sportivo, come ad esempio per sneaker o altri capi di abbigliamento tecnico-sportivo, ma anche in contesti di interior design per sedute innovative, funzionali, flessibili. Tra l'altro, il particolare processo produttivo consente di creare delle maglie tessili a sezione variabile che permettono di evitare sprechi di materiale e relativo smaltimento.



Nuovo sistema a fori brevettato per la plancia e nuovo quadro strumenti "Lingotto" da 20"

Davanti al guidatore, l'innovativa e monolitica plancia strizza l'occhio alla rinomata e storica "tasca" della Panda e si caratterizza per uno straordinario sistema a fori brevettato da Fiat che consente, in modo sicuro e personale, di "ancorare" i diversi accessori - dal porta-bicchiere al vano per le bottiglie, dai cassetti portaoggetti a qualunque altro contenuto che possa servire al cliente - ricreando un ambiente familiare e accogliente.
Non meno rivoluzionario è il quadro strumenti che può essere scelto in due soluzioni: la prima, perfetta per la generazione dei Millennials, fa del cellulare il cuore del sistema, abbinandosi allo schermo principale del cluster da 10", mentre la seconda soluzione, più tradizionale, prevede un secondo display integrato per un cluster da 20".
Nel primo caso, senza alcuna spesa aggiuntiva, il proprio smartphone o tablet può essere "agganciato" alla plancia, utilizzando così le funzionalità di navigazione, musica, messaggistica, eccetera.
Se si cerca invece una soluzione più tradizionale è possibile adottare il quadro strumenti "Lingotto", un sofisticato dispositivo Full Digital da 20" racchiuso in un supporto il cui design evoca proprio lo storico stabilimento Fiat di Torino. Il supporto stesso del display "Lingotto" integra funzionalità HMI di sicurezza e assistenza alla guida, quali l'indicatore di direzione, il sistema Blind Spot Alert, l'impianto frenante e lo stato di carica della batteria. Senza contare che il quadro strumenti "Lingotto", sulla parte rivolta al parabrezza, presenta un ulteriore display perfetto per visualizzare messaggi utili al car-sharing.



Una sola livrea personalizzabile

Fiat Concept Centoventi cambia il paradigma automotive infatti sarà disponibile in un solo colore, simile alla lamiera trattata, per semplificare la produzione, ma sarà - allo stesso tempo - estremamente personalizzabile.
Infatti, il nuovo programma "4U" consentirà al cliente di scegliere l'abbinamento tra 4 tetti, 4 paraurti, 4 copriruota e 4 pellicole esterne per il wrapping che, combinate con il vastissimo catalogo di accessori, renderà la Fiat Concept Centoventi unica ed esclusiva.
Il wrapping, in particolare, potrà essere eseguito presso qualsiasi dealer in qualsiasi momento, su richiesta del cliente e, grazie alle superfici esterne della macchina estremamente lineari e piatte, sarà realizzabile in pochissimo tempo e avrà un prezzo estremamente contenuto, simile a quello della vernice metallizzata ma, al contrario della verniciatura, non sarà per sempre.



Nata "aperta" ma pronta a "chiudersi" con stile e innovazione

Di serie Fiat Concept Centoventi nasce con un "tetto aperto", perfetto per una guida open-air, che ovviamente è chiuso da un "tappo". Come per altri dettagli anche il tetto può essere personalizzato scegliendo tra le diverse soluzioni di tettucci disponibili: tetto in policarbonato bicolore, tettuccio apribile in tela, cargo box integrato e persino un tetto dotato di un innovativo pannello solare. In particolare, i 50 watt generati dal pannello fotovoltaico integrato consentono sia di mantenere ventilato l'abitacolo quando si è parcheggiati, sia di alimentare l'innovativo display digitale posto sotto il portellone che chiude il volume posteriore.



L'auto diventa uno strumento social grazie al moderno display sul portellone posteriore

L'ampio portellone, può accogliere un innovativo display che consente a Fiat Concept Centoventi di superare il concetto di connettività per diventare un vero e proprio strumento social su cui condividere messaggi con il mondo esterno. Quando il veicolo è in marcia, per ovvi motivi di sicurezza, il display mostrerà unicamente il logo Fiat ma, una volta fermi, si potrà passare alla modalità "messenger". Inoltre, il portellone digitale si presta a diventare un "cartellone pubblicitario" su cui inserire affissioni a pagamento, ricompensando ad esempio il costo delle soste a pagamento.



Reinterpretazione moderna degli stilemi Fiat

Nella Fiat Concept Centoventi tutto parla di Fiat e in particolare della sua dimensione più divertente e funzionale, ed è evidente quando lo sguardo cade su alcuni dettagli: le cerniere e le serrature minimaliste dal design retro-futuristico, la nuova plancia polifunzionale che ricorda la famosa tasca, sui sedili sottili, sui copriruota colorati che oggi sono riproposti con i materiali più innovativi del settore, e sulla griglia anteriore dove le note fessure verticali diventano ora gli indicatori a LED dei livelli di carica della batteria.
Non solo questi dettagli "parlano" di Fiat ma anche il suo aspetto esteriore complessivo è tipico del marchio italiano. Infatti, attraverso un linguaggio lineare ed essenziale, la nuova Fiat Concept Centoventi presenta proporzioni robuste e compatte, quasi monolitiche, con dimensioni che sfruttano al massimo gli spazi, tanto che l'ampio volume dell'abitacolo è "appoggiato" a quello sottostante, separato da una linea di cintura tesa che ne accentua l'effetto bi-volume e il corto rapporto con il cofano. Il senso di solidità è sottolineato anche dalle grandi fasce paracolpi realizzate con una nuova schiuma espansa capace di assorbire graffi e urti, e di non deformarsi grazie all'elasticità del materiale. La loro "texture 3d", inoltre, accentua il senso di protezione e sicurezza all'esterno del veicolo.
 

alan

Giu Multiair Sportiva Restyling

SEguimos los pasos de la Evolución del Alfista:

Ayer: Que mierda
Hoy: Se ve mejor
Futuro: Una obra de arte


Ya me parecía a mi que las llantas eran demasiado... 21” . Hacen que los discos parezcan diminutos, aunque no sea modelo definitivo se vería mucho más bonito aún con una llanta más pequeña, las llantas bonitas son :)
 

RadiK-Alfa

PIENSO, LUEGO ALFISTA!

Range elettrico modulabile per un'autonomia fino a 500 km

La libertà di personalizzazione è evidente anche nell'alimentazione elettrica che anima Fiat Concept Centoventi. Si tratta infatti di un set di batterie modulari che assicurano la massima flessibilità di gestione. Di serie, la vettura propone una batteria - montata in stabilimento - con un'autonomia di 100 km. Ma se occorresse una maggiore autonomia, è possibile acquistare o noleggiare fino a 3 batterie addizionali, con incrementi di 100 km ciascuna. Le batterie addizionali sono installate sotto il pavimento presso la rete di assistenza. Ciò che rende l'operazione di installazione o rimozione delle batterie aggiuntive particolarmente facile e veloce è la presenza di un binario scorrevole che sostiene e collega le batterie. C'è anche la possibilità di avere una batteria ulteriore, da mettere sotto il sedile, che può essere sganciata e messa in carica direttamente presso l'abitazione o garage dell'utente, proprio come accade con le moderne e-bike. In totale, si può raggiungere un'autonomia di 500 chilometri.
Tra l'altro, la progettazione del veicolo, con il centro di rollio perfettamente in mezzo ai due alberi degli assi, e la posizione delle batterie al di sotto del baricentro dell'auto, consente, qualunque sia il numero di batterie presenti, di non far cambiare la ripartizione dei pesi e la dinamica dell'auto. L'impianto frenante è opportunamente dimensionato per assicurare la massima decelerazione anche a pieno carico.
Va ricordato infine che alla base del parabrezza trova posto la presa multipla per la ricarica elettrica. In dettaglio, si tratta di un avvolgicavo alloggiato sotto la mostrina che elimina la sacca dei cavi nel bagagliaio e, grazie alla sua posizione centrale, può raggiungere in maniera equidistante le torrette di ricarica o, come un hub, più veicoli in caso di energy sharing. Oltre ad illuminarsi al buio, la presa può essere usata anche come torcia elettrica e dispositivo per sbrinare il parabrezza.



Perfetta per il business e per essere condivisa

Oltre che per un impiego individuale, Fiat Concept Centoventi nasce già pronta per diventare la futura protagonista delle flotte aziendali, oltre per essere condivisa con altri utenti. Del resto, Fiat Concept Centoventi eccelle in tutti gli ambiti della mobilità urbana, tanto da essere il veicolo BEV più economico sul mercato, anche grazie alla gamma di batterie modulare, oltre che semplice da pulire, riparare, manutenere, con un ridotto rischio danni e un ancora più basso costo d'esercizio e di proprietà (Total Cost of Ownership).



Principali dati tecnici di Fiat Concept Centoventi

  • Lunghezza: 3680 mm
  • Altezza: 1527 mm
  • Larghezza: 1740mm (con specchietti 1846 mm)
  • Passo: 2430 mm
  • Sbalzo anteriore: 658 mm
  • Sbalzo posteriore: 592 mm
 

Potenkin

Alfista Veterano

Range elettrico modulabile per un'autonomia fino a 500 km

La libertà di personalizzazione è evidente anche nell'alimentazione elettrica che anima Fiat Concept Centoventi. Si tratta infatti di un set di batterie modulari che assicurano la massima flessibilità di gestione. Di serie, la vettura propone una batteria - montata in stabilimento - con un'autonomia di 100 km. Ma se occorresse una maggiore autonomia, è possibile acquistare o noleggiare fino a 3 batterie addizionali, con incrementi di 100 km ciascuna. Le batterie addizionali sono installate sotto il pavimento presso la rete di assistenza. Ciò che rende l'operazione di installazione o rimozione delle batterie aggiuntive particolarmente facile e veloce è la presenza di un binario scorrevole che sostiene e collega le batterie. C'è anche la possibilità di avere una batteria ulteriore, da mettere sotto il sedile, che può essere sganciata e messa in carica direttamente presso l'abitazione o garage dell'utente, proprio come accade con le moderne e-bike. In totale, si può raggiungere un'autonomia di 500 chilometri.
Tra l'altro, la progettazione del veicolo, con il centro di rollio perfettamente in mezzo ai due alberi degli assi, e la posizione delle batterie al di sotto del baricentro dell'auto, consente, qualunque sia il numero di batterie presenti, di non far cambiare la ripartizione dei pesi e la dinamica dell'auto. L'impianto frenante è opportunamente dimensionato per assicurare la massima decelerazione anche a pieno carico.
Va ricordato infine che alla base del parabrezza trova posto la presa multipla per la ricarica elettrica. In dettaglio, si tratta di un avvolgicavo alloggiato sotto la mostrina che elimina la sacca dei cavi nel bagagliaio e, grazie alla sua posizione centrale, può raggiungere in maniera equidistante le torrette di ricarica o, come un hub, più veicoli in caso di energy sharing. Oltre ad illuminarsi al buio, la presa può essere usata anche come torcia elettrica e dispositivo per sbrinare il parabrezza.



Perfetta per il business e per essere condivisa

Oltre che per un impiego individuale, Fiat Concept Centoventi nasce già pronta per diventare la futura protagonista delle flotte aziendali, oltre per essere condivisa con altri utenti. Del resto, Fiat Concept Centoventi eccelle in tutti gli ambiti della mobilità urbana, tanto da essere il veicolo BEV più economico sul mercato, anche grazie alla gamma di batterie modulare, oltre che semplice da pulire, riparare, manutenere, con un ridotto rischio danni e un ancora più basso costo d'esercizio e di proprietà (Total Cost of Ownership).



Principali dati tecnici di Fiat Concept Centoventi

  • Lunghezza: 3680 mm
  • Altezza: 1527 mm
  • Larghezza: 1740mm (con specchietti 1846 mm)
  • Passo: 2430 mm
  • Sbalzo anteriore: 658 mm
  • Sbalzo posteriore: 592 mm
Este coche es el pelotazo que vendrá, se puede repetir el del 500. Es perfecto para Carsharing, perfecto para callejear, si no tardan mucho y no se cuelgan con el precio se pueden hinchar. Y lo de los anuncios para los Pepecar etc... perfecto.
 

Nicola Romeo

Deidad Alfista


#AlfaRomeo #Tonale
MOTOR.TV WORLD PREMIERE:
ALL NEW 2019 ALFA ROMEO TONALE CONCEPT
l Geneva Unveiling l First Trailer


Motor.TV

Publicado el 5 mar. 2019
WORLD PREMIERE: 2019 ALFA ROMEO TONALE CONCEPT l Geneva Unveiling l Trailer.
#AlfaRomeo
#Tonale
 

pilotAlfa

Alfista Veterano

El nuevo concept car Alfa Romeo Tonale, electrificación junto con belleza y dinamismo

  • El concept car del primer SUV de tamaño medio híbrido enchufable de Alfa Romeo se estrena en el Salón Internacional del Automóvil de Ginebra.
  • El concept car Tonale se une al segmento que más crece con el lenguaje característico de la belleza del Biscione: un vehículo utilitario compacto con una vocación urbana y una personalidad deportiva.
  • Las características distintivas del estilo italiano se proyectan hacia el futuro, sorprendiendo con la combinación perfecta de preciada tradición y anticipación de nuevos preceptos.
  • De conformidad con el manifiesto de Alfa Romeo, cada detalle está diseñado de acuerdo con las necesidades del conductor.
  • El placer de conducción reside en la ergonomía, los materiales de alta calidad y, sobre todo, el incomparable dinamismo.
  • El concept car Tonale es la muestra de la electrificación Alfa Romeo. Tecnología de vanguardia y dinámica de conducción legendaria se unen para aprovechar las oportunidades y ofrecer respuestas tangibles a los nuevos desafíos.
Alcalá de Henares, 5 de marzo de 2019.- Alfa Romeo está entrando en el mundo de los coches eléctricos en el Salón Internacional del Automóvil de Ginebra 2019, desvelando el nuevo concept car del SUV compacto Alfa Romeo Tonale. El Tonale es el primer híbrido enchufable y el primer vehículo utilitario compacto de Alfa Romeo. Reescribe las reglas del segmento de más rápido crecimiento en la actualidad, utilizando el lenguaje característico del fabricante compuesto por un estilo italiano único y un placer de conducción inigualable.

Un coche inspirado en la belleza y en el manifiesto de diseño de Alfa Romeo
El diseño del Tonale es una expresión que mira con cariño nuestro futuro. Sus dimensiones compactas encarnan un diseño italiano único y el inconfundible estilo original y moderno típico de Alfa Romeo, que destaca la combinación perfecta de preciada tradición y anticipación de nuevos preceptos. Alfa Romeo defiende a ultranza la esencia del arte y la escultura italianos, a través de la experiencia “artesanal” y atemporal de la escultura realizada a mano. El Tonale está inspirado en la belleza y los matices asociados con las formas humanas y el movimiento orgánico de la luz resultante de líneas y volúmenes puros. Su diseño recuerda de manera tangible una serie de elementos de diseño consagrados en el tiempo que son sinónimo de la rica historia de Alfa Romeo, con una ejecución que suscita un enfoque moderno de la nueva anatomía de Alfa Romeo. Un elemento que se hace eco de la tradición del ADN de Alfa Romeo es la llanta Dial Phone. El diseño de la llanta de 21" del Tonale transmite esta tradición a través de una construcción arquitectónica liviana, creando una ejecución virtuosa e impactante del tema circular. El linaje de la llanta Dial Phone se remonta a la década de los sesenta, cuando la lucía con orgullo el emblemático 33 Stradale. El diseño distintivo de la llanta del Tonale también se celebra armoniosamente con un exclusivo esquema de neumáticos Pirelli. Los audaces y elegantes volúmenes del lateral de la carrocería hacen referencia a un pasado aparentemente distante, recordando las cualidades sensuales que se encuentran en las formas puras del Duetto y del Disco Volante Spider, mientras que la Línea GT del Tonale interpreta la tensión y la confianza del exterior aerodinámico del querido GT Junior. El frontal luce el característico trilobulado de Alfa Romeo y la distintiva parrilla “Scudetto” que sirve como punto central de fuerza, impulsando la velocidad y la fluidez que se transmite a todo el Tonale. Flanqueando el emblemático “Scudetto” y completando el monográfico frontal está el alumbrado delantero “3 más 3” que evoca la orgullosa mirada reflectante del SZ y el Brera. La parte trasera del Tonale está elegantemente definida por un volumen envolvente de la ventanilla, complementado en la parte superior por el alerón suspendido que mejora la continuidad entre el techo transparente y la ventanilla trasera. Como cada diseño Alfa Romeo, se mima a través del toque humano: el alumbrado trasero recuerda una firma artística, en lugar de un elemento de iluminación óptica... una especie de firma luminosa nacida directamente de la mano del artista.

Con la inspiración de la historia de carreras de Alfa Romeo en el centro, el diseño interior del Tonale evoca la pasión asociada a proporcionar un impulso enérgico a través de la forma dinámica y la escultura pura. El interior del Tonale está muy orientado al conductor, pero no es egoísta, ya que está diseñado para albergar con comodidad a cuatro pasajeros. Las líneas gestuales dibujadas a mano se extienden por todo el ambiente para crear una tensión muscular, como si todo lo que nos rodea estuviera listo para embestir. El significado emocional del interior del Tonale también se genera por el contraste de los ricos materiales, como la fría solidez del aluminio combinada con el calor suave y acogedor de la piel y el tejido Alcantara. En el interior hay paneles traslúcidos retroiluminados, como el túnel central, que proporcionan la ubicación perfecta para el elemento esencial de Alfa Romeo, el selector de conducción DNA. El interior del Tonale proporciona una experiencia inclusiva, con detalles que suelen reservarse para lo más exclusivo. El interior es envolvente y acogedor, con los atributos dinámicos apreciados por quienes aman conducir. El vehículo conceptual Tonale está equipado con los más altos estándares de tecnología para garantizar una experiencia de usuario confortable, dinámica y conectada, además de mantener el placer de una conducción deportiva de vanguardia.
La atención del conductor se centrará en la carretera, con el foco periférico en un panel totalmente digital de 12,3" y una unidad central con pantalla táctil de 10,25". El nuevo sistema de infoentretenimiento cuenta con una interfaz multitarea fluida e impecable que permite al conductor contar con las últimas características y funcionalidades disponibles al alcance de su mano. El Tonale permite al conductor mantenerse siempre conectado a las comunidades sociales y al estilo de vida Alfa Romeo, que se presentan a través de las nuevas funciones de infoentretenimiento “Alfista” y “Paddock”.
  • Alfista” es una experiencia inmersiva del estilo de vida Alfa Romeo, que proporciona una interfaz totalmente conectada con clubes y eventos seleccionados de la comunidad Alfa Romeo, como concentraciones, encuentros y reuniones. Esta aplicación a bordo del vehículo permite al conductor acceder a noticias en directo y mantenerse al día sobre los sucesos actuales de la marca Alfa Romeo. El cliente puede confirmar la asistencia a eventos y concentraciones, solicitar entradas Alfa Romeo Racing y no perderse la oportunidad de ganar pases VIP a eventos especiales patrocinados por Alfa Romeo, entre otras muchas opciones.
  • Paddock” es como la tienda y el garaje a bordo del Alfa Romeo Tonale para ver y comprar en tiempo real las últimas mejoras y equipamiento interior y exterior. La aplicación Paddock también permite al cliente ver las últimas ofertas en confección y merchandising de Alfa Romeo, que se pueden pedir directamente con solo tocar la pantalla.
El Alfa Romeo Tonale es nuestra mirada al futuro del segmento CUV, creando una expresión creativa holística a través de la combinación de belleza y tecnología. Para Alfa Romeo Design, es nuestra obra de arte...
... que esta vez se expresa en nuestro Alfa Romeo Tonale.

Auténticamente Alfa Romeo
El Tonale marca el debut de la marca en el segmento de los vehículos utilitarios compactos y lo hace en consonancia con las características que siempre han identificado a todo modelo Alfa Romeo. El objetivo es ofrecer la mejor dinámica de conducción del segmento y aplicar la electrificación al perfecto estilo Alfa Romeo. Es la evolución natural de la marca en su senda hacia la sinergia propulsora capaz de mejorar las prestaciones y la dinámica de conducción. En lugar de simplemente adaptarse a los nuevos estándares, con el concept car Tonale, Alfa Romeo está reinterpretando su propio ADN para captar la nueva idea de belleza, energía, armonía, eficiencia y facilidad de conducción. La electrificación de Alfa Romeo está al servicio de la deportividad y destaca la famosa misión “La meccanica delle emozioni” de la marca. Por esta razón, no tiene necesidad de expresarse a través de firmas o carrocerías especiales, sino solo con pequeños detalles como el logo Alfa o “Biscione” en óptica híbrida, un pequeño pero definitivo detalle que realza el Tonale. El motor eléctrico trasero abre el camino a nuevas soluciones tecnológicas que ofrecen dinámica de conducción y maximizan la marcha y el placer de la conducción deportiva. La evolución también es evidente en los modos de conducción gestionados por el Alfa D.N.A. Desde el principio en el Giulietta, Mito y 4C, y durante el desarrollo en el Giulia y Stelvio, se ha incorporado al Tonale y ahora implementa funciones específicas de gestión de la energía.
En el Tonale, el modo “Dynamic” evoluciona a “Dual Power” y garantiza el máximo rendimiento de los dos motores. La pantalla táctil de infoentretenimiento cuenta con un botón E-mozione que ofrece ajustes específicos de aceleración, frenado más definido y una respuesta más directa de la dirección. El modo “Natural” sigue optimizando de la mejor manera las prestaciones, y el compromiso entre el uso de los motores de combustión interna y eléctrico se gestiona automáticamente. Esto se traduce en un ahorro diario de energía y combustible, pero no en detrimento de las prestaciones. El modo “Advance Efficiency” se convierte en “Advance E” para prestaciones en modo totalmente eléctrico. Así, en línea con los principios de la marca, la propulsión híbrida enchufable mejora las características de belleza y conducción dinámica y deportiva de todo modelo Alfa Romeo, elevándolo a un nuevo nivel. En el Tonale, la electrificación abarca las prestaciones y representa una nueva forma de lograr un alto rendimiento y una diversión al volante excepcional.

Alfa Romeo Tonale

El Tonale encarna el potencial de aventura de un vehículo utilitario, deportivo, dinámico y compacto, capaz de garantizar, con la misma facilidad, la adrenalina de la conducción deportiva inherente a la leyenda de la marca en entornos urbanos. El zumbido del motor eléctrico acompaña al genuino rugido de Alfa Romeo, creando una sinergia eficiente y emocionante al servicio del placer de conducción. El cambio de energía a la eléctrica es la última página clave de los 109 años de historia de la leyenda de Alfa Romeo que impulsará a la marca hacia el futuro. Todo esto también está detrás del nombre elegido para el nuevo concept car. El paso Tonale, no muy lejos del paso Stelvio en los Alpes, es un gran anfiteatro natural famoso por sus majestuosas cumbres, el espectáculo natural de cascadas burbujeantes y de nieve durante todo el año en un entorno natural impresionante. Conectado directamente con el paso Stelvio, la emoción y la armonía coexisten en el paisaje del paso Tonale. El Tonale es un desarrollo importante bajo el signo de la continuidad y proximidad geográfica, una evolución trazada en el tiempo en una asociación evocadora.

Las ediciones especiales Quadrifoglio Alfa Romeo Racing
Para el Salón Internacional del Automóvil de Ginebra, Alfa Romeo presentará las ediciones especiales limitadas Giulia Quadrifoglio y Stelvio Quadrifoglio “Alfa Romeo Racing” equipadas con un exclusivo Kit Aero de fibra de carbono diseñado en colaboración con Sauber Engineering.
Esta característica exclusiva reafirma el vínculo cada vez más profundo con el mundo de la Fórmula 1. Las ediciones especiales conmemoran la leyenda deportiva de Alfa Romeo y el regreso de un piloto italiano a la Fórmula 1, ahora que Antonio Giovinazzi se ha unido al Campeón del Mundo Kimi Räikkönen en el equipo “Alfa Romeo Racing”. Lejos de ser un kit cosmético, es un equipamiento técnico que mejora el rendimiento aerodinámico del vehículo al aumentar la fuerza aerodinámica y mejorar las ya excelentes cualidades dinámicas de las versiones Quadrifoglio.
El kit técnico complementa las actuaciones implementadas para hacer que los modelos de edición limitada sean más ligeros y potentes, lo que demuestra la atención y la investigación de Alfa Romeo con el objetivo de mejorar continuamente las prestaciones. Los vehículos se caracterizan por su peso más ligero y su mayor potencia. El primer objetivo se ha logrado con el uso extensivo de la fibra de carbono en los detalles exteriores, piel y Alcántara en los asientos deportivos Sparco con estructura de carbono, un sistema de frenos sobredimensionado con discos de freno cerámicos de carbono y un específico sistema de escape de titanio Akrapovič. Con estas actuaciones se han eliminado aproximadamente 28 kilos de las versiones de serie del Quadrifoglio. Además, se ha llevado a cabo una puesta a punto técnica realizada por los ingenieros de Alfa Romeo que se ha traducido en más par y más potencia, la cual alcanza los 520 CV.
La ya emocionante experiencia de conducción del Alfa Romeo Quadrifoglio es aún más potente, todo un privilegio para veinte afortunados conductores. A lo largo del año, estarán disponibles diez coches Giulia y diez SUV Stelvio para representar las diez victorias de Alfa Romeo en la Fórmula 1, cada uno con un emblema específico con el nombre de un Gran Premio ganado por Alfa Romeo y el año correspondiente. Se invitará a los clientes del Giulia y Stelvio Quadrifoglio “Alfa Romeo Racing” a vivir una experiencia de cliente completa y específica. A partir del Salón del Automóvil de Ginebra, estos clientes podrán expresar su interés en comprar un vehículo a través de los canales oficiales de Alfa Romeo.
 
Última edición:

pilotAlfa

Alfista Veterano

La e-volución Jeep® presentada en Ginebra​
  • Debut de los nuevos Jeep® Renegade y Jeep Compass con tecnología híbrida enchufable.
  • La nueva tecnología híbrida enchufable mejora las prestaciones todoterreno de Jeep, aprovechando el alto control de par al ponerse en marcha.
  • La acción combinada de los dos sistemas de propulsión desarrolla hasta 240 CV.
  • Ambos SUV Jeep cuentan con baterías que pueden recargarse mediante el motor de combustión interna o con el cable de carga enchufable.
  • Prosigue la evolución de la marca Jeep en Europa, manteniéndose fiel a sus valores fundamentales de libertad, autenticidad, aventura y pasión.

Este año la marca Jeep® sigue sorprendiendo al público en el Salón Internacional del Automóvil de Ginebra.

Después de establecer un nuevo récord de ventas global en 2018, la marca Jeep da la bienvenida a 2019 como el año de una evolución que sigue manteniéndose fiel a los valores fundamentales que han representado a la marca durante casi ochenta años. La marca Jeep siempre ha sido pionera en nuevos segmentos y nuevas tecnologías: su leyenda comenzó en 1941 con el Willys-Overland, el primer vehículo 4x4, seguido en 1946 por el Willys Wagon, que introdujo por primera vez el concepto de vehículo utilitario deportivo (SUV). Su legendaria reputación en situaciones todoterreno ha perdurado desde entonces. El confort, la maniobrabilidad y la conectividad se han incrementado con el tiempo, en paralelo con las prestaciones sobre cualquier superficie de los SUV de Jeep. Ahora la marca Jeep está dando otro gran paso evolutivo hacia el respeto por el medio ambiente y la reducción del coste total de propiedad al presentar sus nuevos modelos de vehículos híbridos enchufables. Esta solución híbrida sin compromisos, que integra la incomparable configuración técnica de cada SUV Jeep, impulsará tanto al Jeep Renegade como al Jeep Compass y los convertirá en vehículos que ofrecen una libertad absoluta, además de elevar su capacidad a un nivel más alto mediante algunas de las tecnologías ecológicas más avanzadas.


Nuevos Renegade y Compass híbridos enchufables: potencia y autonomía

Centro de atención en el stand de Jeep en Ginebra, estos nuevos modelos híbridos enchufables están equipados con baterías que se pueden recargar mediante una toma de corriente externa y, por consiguiente, pueden almacenar más energía eléctrica. Esta opción permite el uso de motores eléctricos más potentes, lo que se traduce en una autonomía eléctrica pura de aproximadamente 50 kilómetros y una velocidad máxima eléctrica total de aproximadamente 130 km/h, tanto para el Renegade como para el Compass.

Las unidades eléctricas trabajan en sinergia con el nuevo motor turbo de gasolina de 1.3 litros para aumentar la eficiencia y la potencia total. Para el Renegade, la potencia oscila entre los 190 y 240 CV, lo que se traduce en excepcionales prestaciones en carretera: se pasa de 0-100 km/h en aproximadamente siete segundos. Las mismas cifras, aunque aún están pendientes de homologación, se logran con el primer Compass híbrido enchufable. Además, en el Compass, la acción simultánea del motor de combustión interna (ICE) y el motor eléctrico desarrolla hasta 240 CV de potencia máxima.

Los nuevos SUV de Jeep con tecnología híbrida enchufable también son más divertidos de conducir, gracias a una aceleración mejorada y a la rápida respuesta del motor. También son extremadamente silenciosos y respetuosos con el medio ambiente con emisiones de CO2 inferiores a 50 g/km.

Pero sobre todo, gracias a la electrificación, la gama Jeep mejora aún más su legendaria capacidad todoterreno, gracias al mayor par motor desarrollado por el motor eléctrico y a la capacidad de ajustarlo con extrema precisión durante la puesta en marcha y al conducir en las más desafiantes superficies, donde se necesita una relación de transmisión muy baja.

Gracias a la nueva tecnología eléctrica de tracción a las cuatro ruedas (eAWD), la tracción en el eje trasero no se proporciona mediante un eje de transmisión, sino a través de un motor eléctrico específico. Esto permite separar los dos ejes y controlar el par de manera independiente de forma más efectiva que en un sistema mecánico.

Los modelos Renegade y Compass híbridos enchufables cuentan con un cuadro de instrumentos específico y una pantalla de infoentretenimiento actualizada para ayudar al cliente con información relacionada con la conducción híbrida diaria.

Al mantenerse fiel a su mentalidad de superar cualquier límite, la marca Jeep sigue evolucionando, desarrollando y elevando sus SUV a un nivel más alto, en consonancia con sus valores fundamentales de libertad, autenticidad y pasión. Hoy la marca se está enfrentando a un nuevo desafío, estableciendo nuevos estándares. Al mando de un Jeep Renegade y Jeep Compass con tecnología híbrida enchufable, la diversión al volante se vuelve eficiente y, por primera vez, será posible abordar las rutas todoterreno más extremas no solo con la máxima seguridad, sino también mientras se escuchan los sonidos de la naturaleza.
 
Arriba