Montecarlo Automobile “Carlo Chiti Monza Codalunga”

Doctor Hackenbush

"No te tomes tan en serio. Nadie más lo hace"

Montecarlo Automobile “Carlo Chiti Monza Codalunga”



Aunque no es un Alfa Romeo, andamos tan escasos que no sobra algo con lo que alegrar la pestaña. ;D

Se trata de un automóvil realizado sobre un chasis de fibra de carbono e impulsado por un motor Alfa Romeo 3.0 V6 "Busso" que ha sido modificado por BRC para utilizar metano como combustible.

La previsión de Montecarlo Automobile es fabricar 20 ejemplares que con el sistema bifuel de BRC llegarán a desarrollar 300 CV de potencia.

Salud 8)
 

Doctor Hackenbush

"No te tomes tan en serio. Nadie más lo hace"




MCA Carlo Chiti Monza Codalunga (2013)












[size=14pt]UNA SUPER SPORTIVA CHIAMATA CARLO CHITI.
E’ della Montecarlo Automobiles


(26/9/2013) – L’autodromo di Monza ha tenuto a battesimo un’automobile speciale. In occasione del 50° anniversario della creazione dell'Autodelta – lo storico reparto corse del Biscione - l’impianto lombardo ha ospitato una bella manifestazione revival organizzata dal R.I.A.R. (Registro Italiano Alfa Romeo). Tra le numerose auto protagoniste della leggenda racing della Casa è scesa in pista la Montecarlo Automobiles Carlo Chiti Monza Coda Lunga, una vettura realizzata in onore dell'Ingegner Carlo Chiti, fondatore dell'Autodelta, nonché ex progettista di punta alla Ferrari negli anni ’60 e tanto altro (Motori Moderni), che ha contribuito alla realizzazione delle prime vetture ed ai motori dell'azienda automobilistica Monegasca. Era ora che qualcuno pensasse a qualcosa del genere: un giustissimo tributo al poliedrico tecnico toscano. La macchina, pilotata per l’occasione da Roberto Olivo, è dotata del famoso motore Alfa Romeo V6 3000 "Busso" in versione monofuel a Metano realizzato dalla BRC di Cherasco, che ha fornito il suo apporto per giungere alla configurazione attuale. Ospiti speciali della manifestazione sono stati i figli dell'Ingegnere pistoiese, Olga con il marito ed Arturo con moglie e l'ultimo nato in casa Chiti, Carlo Chiti Junior che ha subito apprezzato la vettura dedicata alla memoria del nonno. Erano presenti inoltre anche lo storico pilota/collaudatore dell'Autodelta, Teodoro Zeccoli e l'Ing. Mario Bonifacio di FIA ACI CSAI.[/size]





Salud 8)
 

ger_147_blackedition

..calidad italiana..

Pues esta wapo el coche...pero hay algunas cosas chapuceras no...lo siguiente... jejeje
Para empezar el...filtro de aire del Norauto...hace llorar...
Y el busso con metanol y to la ostia y solo le sacan 300 ponis?...muy poco me parece tambien...jejeje

Pero n general sta chulo ;)
 
Arriba